10
Febbraio
2018

In barca a vela: un successo il nostro progetto

I minori stranieri non accompagnati del nostro gruppo ArteMigrante "La Pergola" di Latina Scalo, accompagnati dagli educatori Lavinia Bianchi, Christian Mastrillo e Francesco Russo hanno dato vita ad un importante progetto formativo: dopo il drammativo viaggio in mare che hanno dovuto sostenere per approdare sulle coste italiane, i nostri ragazzi sono tornati a cavalcare le onde del mare, ma questa volta salendo su Alisea, un'imbarcazione a vela di 14 metri .

Grazie a questa iniziativa altamente formativa, sotto la guida sapiente del capitano Roberto Pergameno, skipper di professione, docente e volontario di Emergency, i nostri ragazzi hanno potuto conoscere e imparare tutte le tecniche della navigazione, potendo così vivere un'esperienza davvero speciale. 

Il progetto è stato realizzato grazie alla fattiva collaborazione dell'Associazione Sportiva Dilettantistica Veleggiando. Le uscite in mare aperto, della durata di alcune ore, si effettueranno partendo dal porto turistico di Nettuno e saranno totalmente gratuite per i partecipanti, in quanto i costi del carburante e dell’uso della barca sono a carico dell’associazione che patrocina l'evento. I minori stranieri non accompagnati che partecipano a questo progetto provengono da Egitto, Bangladesh e Albania.L'obiettivo è quello di recuperare il rapporto con il mare, per superare i traumi e le angoscie che hanno dovuto affrontare e vivere nella precedente esperienza di migranti dove si sono giocati la propria vita nella roulette russa del Mediterraneo. Sono consapevoli che potrebbero morire nel viaggio e non arrivare mai, ma spesso non hanno scelta. Storie di vita complesse e delicate. La migrazione porta in sé la grande fatica della rielaborazione identitaria e spesso questa non può che avvenire dalla rielaborazione dell'esperienza migratoria stessa. E' fondamentale, quindi, in vista di una loro futura integrazione nel Paese ospite, aiutarli a ricostruire la loro storia, il senso del loro viaggio, per superare insieme i loro disagi psicologici e fisici. Con l'auspicio che il mare presto torni ad essere un elemento di speranza e di gioia, mai più di sofferenza. Lo scopo del progetto è, dunque, duplice: da un lato facilitare il rapporto col mare, dall'altro dare la possibilità di svolgere un'attività sportiva legata alla navigazione, promuovendo l'inclusione e la conoscenza dell'ecosistema marino.

alt

 

Posted in : Notizie + Ultime

  • 34.jpg
  • 35.jpg
  • 42.jpg
  • 2013-10-01 10.23.44.jpg
  • 20140612_190735.jpg
  • agricoltura-001.jpg
  • artemigrante gruppo traguardi.jpg
  • centro.jpg
  • centro1.jpg
  • dirigenti2 traguardi.jpg
  • dirigenti traguardi.jpg
  • doti.jpg
  • dsc06493.jpg
  • festa canina.jpg
  • festa commercio equo1.jpg
  • festa commercio equo2.jpg
  • fetsa commercio equo3.jpg
  • forte s. gallo.jpg
  • foto-001.jpg
  • foto.jpg