13
Dicembre
2011

La nostra struttura

La struttura del Centro Euro.med La Pergola si trova a Cisterna di Latina (LT) ed è un ex struttura sanitaria di circa 2000 metri quadri interni e di circa 25.000 metri quadri di area verde, attualmente adibita a spazio ricreativo (pineta, campo calcio ecc).

All’interno della struttura è presente:

• una comunità educativa di Pronta Accoglienza

  La Pergola con 10 posti

• una gruppo appartamento Casa Mistral con 10 posti

• una gruppo appartamento Casa Sahara con 10 posti

• gruppo appartamento Casa Le Dune con 10 posti


SERVIZI BASE GARANTITI

Servizio di Assistenza Sanitaria

Servizio di Mediazione Linguistica culturale

Servizio di Sostegno socio-psicologico

Servizio di informazione sulla Normativa

Servizio di insegnamento della lingua Italiana

Servizi individuali per l’integrazione

Modalità di attuazione della rete territoriale

 

Comunità educativa di Pronta Accoglienza

All’interno della struttura è prevista una zona riservata per la Pronta Accoglienza dei minori e contemporaneamente collegata al resto della Comunità.

Gli interventi di accoglienza della struttura si propongono come obiettivo di mantenere vivi i legami familiari (quando è possibile !) e di migliorare le relazioni tra il minore e la sua famiglia d’ origine e l’ambiente esterno.

E’ una struttura che si fa carico della prima accoglienza, in attesa del trasferimento dei minori nelle strutture che li ospiteranno fino alla maggiore età.

La Comunità educativa di Pronta accoglienza o definita anche "Struttura ponte" consente di dislocare immediatamente in luogo sicuro e al tempo stesso di effettuare gli approfondimenti necessari a definire, nel superiore interesse del minore, il successivo percorso di integrazione.

Appena giunto sul territorio del Comune di destinazione il minore viene preso in carico dai Servizi Sociali che provvedono insieme al Responsabile della struttura ad avviare tutte le procedure previste dalla legge (richiesta al Giudice Tutelare, permesso di soggiorno, ecc), ad aggiornare il Comitato Minori stranieri, il Soggetto Attuatore, la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni e il Giudice Tutelare territorialmente competente.


Attività sportive e ricreative

In un orizzonte di proposte e di iniziative che favoriscano lo sviluppo di interessi, occasioni di incontro, si colloca anche la promozione di attività sportive e ricreative, come campo di azione per la costruzione di abilità, che passano attraverso la libera espressione , la consapevolezza e il controllo dei movimenti, per la costruzione di rapporti interpersonali positivi, voluti, controllati, finalizzati, per l’acquisizione della consapevolezza di se stessi e delle proprie risorse all’interno del gruppo, del proprio ruolo e della collaborazione per il raggiungimento di un obiettivo comune e condiviso.

Aree verdi esterne con campo da calcio, pineta e piscina; aree coperte con campo da pallavolo e basket, sala teatro e musica , biblioteca area computer con wi-fi internet.


Orari della struttura

La Comunità di Pronta Accoglienza è aperta 24 ore su 24 ed è operativa tutto l’anno. La struttura è di tipo residenziale a carattere comunitario ed è inserita in un’ala del Centro Minori Euro.med “La Pergola” posta al primo piano e separata dagli altri spazi comuni (sala polivalente, palestra, sala da pranzo ecc.) 


Gruppi appartamento

Casa “Sahara”

Casa “Mistral”

Casa “Le Dune”


La struttura è di tipo residenziale a carattere comunitario ed è inserita in un’ala del Centro Minori Euro.med “ La Pergola” posta al I piano e separata dagli altri spazi comuni (sala polivalente, palestra , sala da pranzo ecc.)

I gruppi appartamento potranno accogliere rispettivamente n.8 ragazzi (più due in emergenza) di età compresa tra i sedici e quasi diciotto anni.

 

Tutti i gruppi appartamento ” Mistral, Sahara e le Dune” hanno a disposizione oltre agli spazi destinati alla residenzialità, grandi spazi interni ed esterni:

  • Un salone polivalente di circa 180 mq destinato ad attività ricreative e ludiche
  • Un salone di circa 160 mq destinato a attività di teatro e di musica
  • Un’area di postazione internet wi-fi con notebook a disposizione degli ospiti
  • Una palestra di circa 500 mq coperti destinata ad attività sportive (basket, pallavolo ecc )
  • Spazi esterni e area verde per complessivi circa 25.000 mq con pineta piscina e campo da calcio.
  • Stanze destinate allo studio, fornite di una piccola biblioteca, una lavanderia, un bar interno.



OPERATORI DA IMPIEGARSI NELLA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO D’ACCOGLIENZA

Il Responsabile-Coordinatore e tutti gli operatori da impiegarsi nella realizzazione del progetto avranno un titolo ed una esperienza adeguata al tipo di servizio reso e, nel corso del tempo, seguiranno corsi di aggiornamento e formazione (almeno 1 ogni 3 mesi).

Gli operatori si alterneranno su tre turni, di cui uno notturno.

L’ordine e il decoro, sarà garantito dagli addetti alle pulizie nell’orario diurno.


IL RESPONSABILE 

  • Mantiene i rapporti con gli Enti e le Istituzioni che inseriscono il minore o neo maggiorenne
  • E’ garante del progetto educativo della Comunità che costantemente verifica con il supervisore e il Servizio Sociale
  • Predispone il progetto educativo Individualizzato (PEI) con la collaborazione degli operatori in modo particolare dell’Assistente Sociale, e i Servizi Sociali e Sanitari, verificando l’andamento con riunioni ufficiali con cadenza periodica.
  • Colloquia con i minori per l’esame delle situazioni individuali e di gruppo e per l’attuazione degli interventi educativi
  • Valuta bisogni e risorse degli operatori
  • Programma la vita di Comunità e l’attività dei gruppi: gioco, studio, visite mediche, sport, alimentazione, riposo, pratiche igieniche, pulizia e riordino degli ambienti personali e comuni.
  • Partecipa alle riunioni di equipe, alle riunioni di supervisione
  • Partecipare alle riunioni , agli incontri formativi proposti dalla Comunità
  • Verifica il periodico aggiornamento da parte dell’Assistente Sociale della struttura le cartelle personali degli utenti al fine di una metodica osservazione.
  • Raccoglie e Coordina le informazioni e le osservazioni trasmesse dai Servizi Territoriali e degli operatori in merito agli ospiti, ai relativi progetti, alla situazione familiare, all’andamento interno della Comunità.
  • Trasmette (in collaborazione con l’Assistente sociale) l’elenco dei minori/neomaggiori presenti in struttura agli Organi Competenti (Tribunale , Commissariato di Polizia, Questura, Servizi Sociali, Organi Istituzionali di competenza).


OPERATORE CON FUNZIONI EDUCATIVE (rapporto 1 a 5)

Qualsiasi membro del personale che faccia parte dell’equipe , ha nella struttura il compito dell’educatore, indifferentemente al tipo di studi conseguiti.

 

L’educatore ha il rapporto diretto con il minore/neomaggiorenne, partecipa alla formazione, alla stesura del PEI e alla sua verifica e attuazione corretta.

 

L’educatore è principalmente “un agente di cambiamento” poiché lavora sui progetti di vita degli utenti, con l’obiettivo di coniugare le risorse personali del soggetto con le risorse esterne, in integrazione con l’ambiente.

 

L’educatore da concreta realizzazione ed attuazione del PEI, svolge una funzione di supplenza dell’organizzazione familiare, promuovendo azioni di interazione con l’ambiente di riferimento e di relazione di ogni singolo ospite con i servizi del territorio.

Il rapporto tra educatore professionale (L.41/2003)e ragazzi dei gruppi appartamento è di 1 a 5 così anche il rapporto tra operatore professionale e/o mediatore interculturale è di 1 a 10.


QUALIFICHE E FUNZIONI DEL PERSONALE EDUCATIVO E VOLONTARIO

I titoli per l’accesso ai ruoli educativi sono quelli sanciti dalla vigente normativa DRG 1305 del 29.01.2005

  • Presso la struttura Euro.med La Pergola sarà presente il personale Volontario che già collabora con il Centro, ovvero:
  • 2 maestre in pensione che insegnano alfabetizzazione e italiano
  • Volontari dell’Associazione Seniores Italia (corsi di costituzione italiana, orientamento al lavoro, sicurezza sui luoghi di lavoro, informatica, corsi di preparazione all’esame di patente A, B)
  • mediatori interculturali tirocinanti (Istituto Cortivo di Roma)
  • Psicologi volontari dell’ Università Cattolica del Sacro Cuore - Policlinico Gemelli


ORGANIZZAZIONE METODOLOGICA DEL LAVORO

E GESTIONE DEL PERSONALE

All’interno del Centro Minori l’organizzazione del personale sopra descritto e la gestione dello stesso verrà organizzata con la seguente metodologia:

 

  • Tempi e spazi pre-organizzati 
  • Presenza del progetto globale
  • Presenza del (PEI) progetto educativo individuale (sempre concordato con i Servizi Sociali)
  • Utilizzo di norme e regolamenti come strumento del processo di responsabilizzazione
  • Flessibilità dell’organizzazione del tempo in relazione al programma individualizzato
  • Autorevolezza dell’educatore intesa come relazione responsabile e adulta
  • Coinvolgimento/disimpegno affettivo, che dovrà tenere in debita considerazione la limitatezza dell’intervento
  • Utilizzo di strumenti di monitoraggio del lavoro svolto (feed back)
  • Lavoro di equipe e supervisione
  • Utilizzo di idonei strumenti di progettazione e programmazione

STRUMENTI DI PROGETTAZIONE E MONITORAGGIO

Al fine di monitorare costantemente il lavoro svolto dal personale operante, saranno predisposti:

 

  • diari e relazioni giornaliere per la raccolta di dati e informazioni sugli ospiti (anche in formato elettronico)
  • strumenti di progettazione educativa e relativo monitoraggio


Autore: AldoPosted in : Notizie + Ultime

  • 34.jpg
  • 35.jpg
  • 42.jpg
  • 2013-10-01 10.23.44.jpg
  • 20140612_190735.jpg
  • agricoltura-001.jpg
  • artemigrante gruppo traguardi.jpg
  • centro.jpg
  • centro1.jpg
  • dirigenti2 traguardi.jpg
  • dirigenti traguardi.jpg
  • doti.jpg
  • dsc06493.jpg
  • festa canina.jpg
  • festa commercio equo1.jpg
  • festa commercio equo2.jpg
  • fetsa commercio equo3.jpg
  • forte s. gallo.jpg
  • foto-001.jpg
  • foto.jpg