logo home
home4
home5
logo home
home4
home5
Stampa
PDF
07
Gennaio
2017

Lezione spettacolo di Artemigrante a Roma 3

 

            

La collaborazione tra il Centro Minori "La pergola" e il Dipartimento di Scienze della Formazione di Roma3 continua a svilupparsi in maniera ormai "curricolare". Il 24 Novembre i ragazzi del gruppo “ArteMigrante” hanno realizzato una lezione-spettacolo nel corso di Progettazione Didattica del Prof. Alberto Quagliata, dove si è dato spazio alle parole della migrazione e alla musica!  L’Aula era piena e il pubblico superava gli 80 partecipanti. Le studentesse e gli studenti, futuri educatori e assistenti sociali,  hanno potuto conoscere e sperimentare una buona prassi interculturale, agendo i principi di educazione all’ascolto, alla dialogicità  e alla pace.Una occasione di conoscenza e di approfondimento irrinunciabile, del quale ci si rende sempre più consapevoli, nei giorni di violenza sociale e mediatica.

Una studentessa ha pubblicato uno stralcio nel quale  ha riportato una frase detta da un ragazzo durante l'evento e che l'ha particolarmente colpita: "Tutti mi chiedono -da dove vieni?- oppure -come sei arrivato qui in Italia?- nessuno mi chiede -che musica ascolti?-. Grazie ragazzi!" Conclude la studentessa.

 roma32016

 

Stampa
PDF
02
Dicembre
2016

Giornata mondiale per i diritti del fanciullo: gli studenti a confronto

 

Lunedì 21 novembre una delegazione di studenti del Centro La Pergola sono stati ospiti dell’Istituto Comprensivo “Caetani” di Cisterna nel quartiere San Valentino, in occasione della Giornata mondiale per i diritti del fanciullo.

I ragazzi de La Pergola, accompagnati dagli insegnanti Ivan Fausti e Tiziana Iannone, hanno incontrato le classi elementari e medie della scuola di Cisterna, secondo un progetto di cooperazione coordinato insieme alla professoressa Francesca Biagi e dalla dirigente Patrizia Pochesci.

Gli studenti hanno presentato in aula i propri lavori sul tema dei diritti e dei doveri del fanciullo (con illustrazione di disegni e testi), portando la propria diretta esperienza,  attraverso anche i racconti del proprio viaggio, con testimonianze forti e significative che hanno catturato l’attenzione e l’interesse di tutti i presenti. Il diritto di espressione è sinonimo di libertà.

Ricordiamo che Il 20 novembre 1989 le Nazioni Unite (ONU)  hanno ratificato la Convenzione sui Diritti del Fanciullo: da allora questa data segna la Giornata Mondiale per il loro riconoscimento. L'adozione della convenzione internazionale è stata una pietra miliare per i diritti dei bambini. La Convenzione internazionale sui diritti dell'infanzia è stato pertanto il primo strumento di tutela internazionale a sancire nel proprio testo le diverse tipologie di diritti umani: civili, culturali, economici, politici e sociali, nonché quelli concernenti il diritto internazionale umanitario.

L'Italia ha attuato la Convenzione sui Diritti dell'Infanzia con legge del 27 maggio 1991, n. 176, depositata presso le Nazioni Unite il 5 settembre 1991.

I quattro principi fondamentali della Convenzione sono: Principio di non discriminazione (senza distinzione di razza, colore, sesso, lingua, religione, opinione del bambino e dei genitori), Superiore interesse del bambino (l'interesse verso il  bambino deve essere una considerazione preminente), Diritto alla vita , sopravvivenza e sviluppo (nei confronti dei bambini da parte degli Stati membri), Ascolto delle opinioni del bambino (l’articolo 12 considera il bambino come soggetto attivo, capace di espressione e di pensieri validi).                                                                                                                                                                                                                                    

                                                                                                                                                              

 

 pergola caetani diritti minori 3                                                                                                                pergola caetani diritti minori               

 

 

 

 

Stampa
PDF
02
Dicembre
2016

Ecco il nuovo rappresentante degli studenti per l’anno accademico 2016-2017

 rappresentante 2016 passaggio di consegne 2
Si sono svolte lo scorso novembre le elezioni per il nuovo rappresentante degli studenti per l’anno accademico 2016-2017.

Erano cinque i candidati per eleggere un unico rappresentante studentesco sia del Centro La Pergola e sia della Casa Ragazzi di Latina.

Le operazioni di voto, dopo la presentazione ufficiale in aula magna dei cinque candidati appartenenti a diversi Paesi (Albania, Egitto, Bangladesh, Gambia), hanno coinvolto tutti gli studenti di ogni livello e grado che hanno espresso la propria preferenza durante la speciale giornata di votazione organizzata dagli operatori, con tanto di seggio elettorale, urna, scrutatori e presidente di seggio: insegnare agli studenti a votare è parlare ai giovani dell’esercizio della democrazia. Nel programma di istruzione l’educazione civica agli studenti si adopera  affinché gli alunni acquisiscano competenze di cittadinanza democratica sin dai primi momenti del loro percorso formativo: quell’insieme cioè di diritti e doveri che ogni individuo che vive nel nostro Paese è tenuto a rispettare.

L’articolo 48 della Costituzione garantisce il diritto di voto: le elezioni scolastiche sono infatti la prima opportunità che gli studenti hanno di accostarsi alla vita democratica, il primo momento in cui ci viene chiesto di fare una scelta matura per eleggere chi è più capace di rappresentarli. Gli studenti hanno così eletto il proprio rappresentante, affidando pertanto a lui il compito di presentare idee, proposte e progetti e di facilitare anche il rapporto tra gli stessi  studenti e gli insegnanti.  Il giorno 16 novembre è stato proclamato M.S., 16 anni, originario dell’Egitto, il rappresentante di tutti gli studenti ospiti nel Centro La Pergola e nella Casa Ragazzi.

 rappresentante 2016 discorso                rappresentante 2016 seggio                                                                                                               

 

 

 

 

Stampa
PDF
27
Ottobre
2016

Prima edizione dei Giochi Olimpici: che successo alla Pergola!

        
Grande successo per la prima edizione dei Giochi Olimpici:  il Centro La Pergola è diventato dal 26 settembre al 30 settembre un vero e proprio impianto olimpionico, per una manifestazione sportiva che ha visto la partecipazione di tutti i ragazzi ospiti della struttura. Cinque giorni intensi di sport all’insegna dell’amicizia del divertimento, con i ragazzi impegnati in varie discipline, sia individuali che di squadra, in un clima di dialogo, confronto ed entusiasmo. L’obiettivo degli educatori, stavolta anche nelle vesti di giudici di gara, è stato proprio quello di favorire l’aggregazione e la condivisione dei valori, attraverso una sana competizione nel rispetto delle regole, dei compagni e degli avversari. Lo sport aiuta a stare in armonia con gli altri, a condividere gli stessi obiettivi, stimola a dare sempre il meglio delle proprie capacità, insegna a saper accettare una sconfitta:  è, infatti, un prezioso strumento di formazione giovanile, di crescita ed inclusione sociale, ma anche di educazione e di promozione della salute. Tra gli sport di squadra ha tenuto banco la pallavolo e l’inedita formula della palla prigioniera, che ha messo alla prova le abilità coordinative e tattiche dei ragazzi, spazio anche all’atletica con la staffetta 4X100 piani, sul piano individuale c’è stata grande competizione con specialità che hanno esaltato le abilità di tutti i partecipanti: 100 metri piani, salto in lungo e tiro a segno. Non sono mancate certo le prove di resistenza come il sollevamento pesi. Martedì 1 ottobre si è svolta l’attesa cerimonia di premiazioni con tanto di podio per i migliori classificati, consegnati riconoscimenti e doni per i vincitori e per tutti i partecipanti. Nei giorni precedenti l’evento,  i ragazzi si erano attivati, coordinati nel lavoro organizzativo dagli educatori,  per ideare ed allestire i loghi di ciascuna squadra partecipante, da inserire poi nelle rispettive bandiere, in un’atmosfera di attesa che ha reso sicuramente ancora più entusiasmante e stimolante la manifestazione


 maratona olimpiadi squadra 

  • 34.jpg
  • 35.jpg
  • 42.jpg
  • 2013-10-01 10.23.44.jpg
  • 20140612_190735.jpg
  • agricoltura-001.jpg
  • artemigrante gruppo traguardi.jpg
  • centro.jpg
  • centro1.jpg
  • dirigenti2 traguardi.jpg
  • dirigenti traguardi.jpg
  • doti.jpg
  • dsc06493.jpg
  • festa canina.jpg
  • festa commercio equo1.jpg
  • festa commercio equo2.jpg
  • fetsa commercio equo3.jpg
  • forte s. gallo.jpg
  • foto-001.jpg
  • foto.jpg